L'Unione Europea ha riunito Apple, Google, Facebook, Samsung e co. per "cambiare" internet

02 Dicembre 2011


La Commissione Europea ha riunito un gruppo importanti aziende tra cui Apple, Google, Facebook, Microsoft, Samsung, RIM, e Nintendo per rendere Internet più ospitale per i bambini.  La coalizione, composta da 28 colossi tecnologici tra cui produttori di cellulari e operatori, progettisti OS, ISP, broadcaster e le reti sociali, ha concordato di agire in cinque aree:

  • Strumenti di reporting che segnalano contenuti dannosi su tutti i dispositivi
  • Impostazioni di privacy basate sull'età che nascondono contenuti
  • Rating dei contenuti su Internet
  • Semplice controllo dei genitori
  • Rimozione di contenuti che contengono gli abusi sui minori

Vale la pena notare che molte delle aziende che fanno parte di questa coalizione offrono già soluzioni tecniche per i controlli parentali e protezioni per bambini. Google e Facebook, in particolare, hanno messo in evidenza queste "restrizioni" nei loro annunci.

C'è da dire che Apple e Google stanno partecipando all'iniziativa, nonostante la decisione di tenere l'ESRB (Entertainment Software Rating Board) dalle loro valutazioni nei relativi store.

Purtroppo, le specifiche tecniche relative alle modalità che dovrebbero portare al raggiungimento di questi obiettivi, non sono note o quanto meno non sono state chiarite, ma il risultato finale dovrebbe agevolare il sistema tenendo fuori le parti indesiderate, o non adatte ai più piccoli, da Internet.

Ecco il video di Neelie Kroes, commissario europeo per l'agenda digitale:

via

Condividi


Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Android

OnePlus One: Prezzi, Disponibilità e caratteristiche tecniche

Android

Live OnePlus One: Foto e Video Ufficiali | Prezzi incredibili! 299€ 64GB

Lg

LG G3: nuove screenshot della UI, resistenza all'acqua e S801 a 2.5GHz

Parte la #HDrevolution: le principali novità di HDblog.it