Social Media e Automobili, tra divertimento e distrazione

02 Settembre 2011 5


I social network sono ormai alla portata di tutti e ormai si scrive su Facebook o si posta su Twitter anche in auto. Come semplificare il tutto? Con sistemi automatici. Ma la distrazione facile è dietro l'angolo. Cosa fare?

Se lo sono chiesti colossi dell'auto e del web. Attualmente le normative parlano chiaro riguardo l'uso delle mani durante la guida e suggeriscono di evitare distrazioni che potrebbero costare caro.Le aziende automobilistiche tentennano riguardo l'aggiunta a bordo di strumenti per semplificare l'interazione sociale via web. Il motivo principale è che i conducenti potrebbero distrarsi.

Per quattro anni, però, Ford e Microsoft hanno offerto una via di mezzo con la loro tecnologia Ford Sync. Con Sync, gli automobilisti possono svolgere le attività di social networking, come fare chiamate in vivavoce regolare musica tramite comandi vocali, ma Sync permette anche di ricevere i testi (che vengono letti per voi) e leggere i tweet. Attività che consentono di rimanere in contatto con il mondo senza distrazioni, secondo Ford. La tecnologia è ora in 2,5 milioni di auto, camion e crossover.

Chris Cedregen, amministratore delegato di Iceology, una società di ricerche di mercato, dice che Sync è stato un successo immediato e che ha avuto un effetto alone sulla Focus: "Ha portato la macchina ad un pubblico più giovane, cosa difficile da fare".



Naturalmente, Ford non è l'unica casa automobilistica che ha realizzato questo sistema. General Motors ha offerto OnStar come opzione nei veicoli a partire dalla metà degli anni 1990. Come Sync, OnStar è ad attivazione vocale ma è destinata ad un pubblico che pretende meno, infatti le sue funzionalità non sono così ampie.

Se è vero che la sicurezza ha un ruolo chiave in questa nuove tecnologie a bordo, è anche vero che il fattore marketing rende tutto più fruttuoso. Basta un optional da 300 euro per entusiasmare il mercato dei giovani e le aziende, si sa, stanno puntando soprattutto a quello.

Distrazioni o meno, in auto si parla con gli altri passeggeri o in vivavoce. Magari, perfezionando i comandi vocali e potenziando il sistema, il risultato potrebbe essere più soddisfacente per i clienti, ormai legatissimi al proprio smartphone tutto-fare.

Condividi


5

Commenti

Regolamento Commentando dichiaro di aver letto il regolamento e di essere a conoscenza delle informazioni e norme che regolano le discussioni sul sito. Clicca per info.
Caricamento in corso. Per commentare attendere...
Android

Motorola Moto X+1, trapelano i render promozionali: regalo d'addio di Evleaks

Android

NGM Forward Xtreme: la Recensione di HDblog.it

Android

YouTube Music Key: musica in abbonamento, streaming e offline ad alta qualità e senza pubblicità

Android

ZTE Nubia Z7 Mini: la Recensione di HDblog.it | Snapdragon 801 Dual SIM!